pignoleria italiana

per chi ha sempre qualcosa da dire e non sa con chi parlarne
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 LA BATTERIA/ PERCUSSIONI COME INIZIARE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ema

avatar

Maschio Numero di messaggi : 23
Età : 32
musica preferita : black metal
3 parole per farti conoscere : io, me ,il sottoscritto
Data d'iscrizione : 18.10.07

MessaggioTitolo: LA BATTERIA/ PERCUSSIONI COME INIZIARE   Gio Ott 18, 2007 6:53 pm

Il suono ............
Lo senti dentro, si muove per te, non sei tu a suonare la batteria, è lei a suonare te.
Quando si riesce a fare questo, beh...solo allora puoi dire di essere capace ............ solo allora sei un vero batterista !!!
La mia Tama Starclassic, la mia prima batteria comprata con enormi sacrifici, e soprattutto con molta diffidenza da parte dei miei genitori.
Avevo 15 anni, .
Un giorno chiedo a mio zio appassionato di MUSCIA PESANTE di portarmi insieme a lui e i suoi amici a vedere un concerto.. da quindicenne ovvio che mi affascina la RIBELLIONE contro il NORMALE....
E li vedo il batterista all'opera ............. la sua Ludwig rossa scintillante, il suono dei suoi piatti, i suoi assoli da brivido !!!
Le mie mani iniziano a provare un tremito strano, a battere sulle ginocchia cercando di seguire il tempo ........... c'era un qualcosa nell'aria che dava l'idea del cambiamento.

Passarono dei giorni, fino a quando andai a casa.. chiesi ai miei una batteria, a scuola con matite, penna, manio contor il banco producevo la mia MUSICA IMMAGINARIA


" La cosa principale è la coordinazione, non conta la forza ma solo quella ...... "
E poi: " Studia anche l'orale, saper leggere la partitura è importantissimo ed allenati sempre con un metronomo .......
"


Nel suonare la batteria la cosa piu' importante, ma soprattutto piu' difficile, e' imparare a dividere i movimenti.
Con ognuno dei 4 arti devi fare 4 cose diverse.
Ecco perchè suonare a un livello sufficiente da autodidatta non e' difficile, mentre suonare veramente bene richiede un bravo maestro ( possibilmente di jazz ), e poi tanto impegno e costanza negli esercizi.
Se poi si riesce a trovare anche un chitarrista per provare e per migliorare insieme ......... bè allora si è fatto centro !!!


La batteria è uno strumento selvaggio e primordiale, è uno strumento il cui suono ti invade le viscere, ma soprattutto è dotato di una gamma sonora limitatissima.
Ecco perchè il batterista viene spesso additato QUELLO PRIVO DI DOTI ARTISTICHE....

D'altra parte chi ha fatto parte di un gruppo sa benissimo che il batterista ha un'autonomia scarsa di circa 5 minuti, fatta solo di bla bla bla ( degli altri componenti naturalmente ), prima di incominciare ad annoiarsi e riprendere a ritmare sulla sua amata batteria, facendosi " amabilmente " odiare e " kazziare " dagli altri componenti della band.

C'è stato un momento iniziale in cui i miei colleghi hanno tentato di spiegarmi la struttura dei brani con una carrellata di termini tecnici : MA NON CI CAPISCO UN CAZZO PERSONALMENTE:..


........ alla fine si sono dovuti abbassare al mio livello di scarsa voglia di capire: " C'è il pezzo quello "na na naaaa na na", poi la chitarra fa i "piripirpiripi", quando facciamo "ueeeeee" il cantante dice "sciabalabula din din don", e poi c'è il pezzo incazzato ...... "

Ecco ragazzi, - faccio io -, così va già meglio !!!
Son sincero, non avevo dei limiti in materia musicale, conoscevo la musica, lo spartito, ma preferivo ascoltarmi a casa da solo le canzoni da provare e una volta di fronte a quei tamburi dare sfogo alla mia fantasia.

ma per chi vuole iniziare si ricordi la batteria è DIVERTIMENTO, è SFOGO


Direi che non ci vuole molto in questo senso, o meglio non ci vuole tanto per fare qualcosa di piacevole: si prende una bacchetta e si picchia su un tamburo, prima piano piano e poi sempre più forte.
E' qui che scatta la gioia, è qui che si sente l'adrenalina che sale sempre di più, che ti invoglia a picchiare sempre più forte, è qui che si forma un formidabile feedback cuore-cervello-mano-orecchie, vi giuro .........è un qualcosa di indescrivibile, solo chi ha provato può esserne testimone.

Posso essere un pò più diretto e goliardicamente volgare ??? NON BANNATEMI SOLO
Mi verrebbe da dire che più picchi forte, più il tamburo sembra urlare:
" Si, così, di più, fammi godere ! "
Ecco, questo è probabilmente il motivo per cui quando si inizia a suonare la batteria si pensa di più alla velocità e alla potenza dei colpi, piuttosto che alle sfumature timbriche e alla gestione della dinamica.
Praticamente una delle cose più difficili da fare per un batterista non è suonare forte e veloce ( quello si che è far casino ), ma imparare a suonare sempre alla velocità "giusta" e con la potenza richiesta da quel preciso passaggio musicale.



L'unico problema è quando non sei sul tuo strumento, e te lo ritrovi posizionato in modo diverso dal tuo solito, o con angolazioni assurde dei piatti, bacchette più dure rispetto a quelle con le quali sei abituato, o peggio ancora pelli dei tamburi con un rimbalzo "sbagliato".

Accordare la batteria é un problema che alcuni pochi batteristi si mettono.
Quando comprai questa mia prima Tama Starclassic e mi dissero che poteva essere accordata, mi venne da sorridere, quasi mi stessero prendendo in giro ( in effetti mi sembrava un pò strano ).
Però, quando si parla di "accordatura", non si indica solo la regolazione dell'altezza del suono, ma anche altre sue caratteristiche, come il "decay" (cioè la sua lunghezza, quanto vogliamo farlo durare), il timbro, l'attacco e altro ancora.
.
Ecco perché non serve avere una batteria professionale da svariate migliaia di euro, se poi la si fà suonare come i cartoni da imballaggio: una batteria scordata suona davvero male, indipendentemente dalla sua qualità... e sicuramente la batteria delle pentole di mia mamma suonerebbe meglio.


Le caratteristiche della mia batteria meriterebbero altre ore di discussione, ma le sintetizzo così:
>> Fusti in betulla
>> Cassa 22"x18"
>> Tom 10" x 8" - 12" x 9" - 14" x 11"
>> Rullante 14" x 5,5"
>> Reggitom doppio alla cassa
>> 2 reggitom singoli con 2 pinze
>>Colore: Aztec Red Fade
>> Pelli idrauliche nere
>> Piatti: YAMAHA by Paiste Set Hi-hat 14" + Crash 16" + Ride 20"


ok forse ho dilungato troppo ma quando si parla di batteria si parla di VITA....
e chi davvero si sente di iniziare non aspetti oltre.. buttatevi... per qualunque cosa io rispondo( se ci sono e se sò sempre.....).. dubbi domande ecc...

riporto una celebre frase....
Diceva sempre un famoso batterista:
" Chi non ha il bum bum bum che gli rimbalza nel cuore non potrà mai diventare un batterista decente " ...........
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
 
LA BATTERIA/ PERCUSSIONI COME INIZIARE
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Fingerstyle, come iniziare?
» [Sondaggio] Che canzone vorresti che Marco cantasse? 1a Batteria

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
pignoleria italiana :: Musica :: MUSICA NEL PARTICOLARE :: musicisti: annunci e/o trucchi da condividere con tutti-
Andare verso: